Errori da evitare Patriots 30977

Uno dei Super Bowl più emozionanti e avvincenti. La tanta e spasmodica attesa per questo grande scenario inizialmente sembra deludere le attese, con ambo le squadre atte a studiare il proprio avversario. Tante corse per Seattle, con un Russell Wilson che non forza subito la mano, le sue gambe e gli scramble, e tanti lanci corti e veloci per un Tom Brady che sembra giocare prima di tutto per studiare le mosse di Pete Carroll per poi prendere delle contro decisioni. Chris Matthews mentre festeggia il primo TD della carriera. Prima Tom Brady trova Rob Gronkowski direttamente nella end zone con un fantastico lob da 22 yard, lasciando soli 31 secondi alla formazione guidata dalla sideline da Pete Carroll per trovare una pronta risposta. Pronta risposta che in verità verrà tirata fuori con due grandiose giocate: prima un ottimo lancio di Wilson per Ricardo Lockette, che segue uno scramble del numero 3, per poi trovare di nuovo un più che sorprendente Chris Matthews con un fade nella end zone con soli 6 secondi rimasti sul cronometro. Unica ricezione della gara per il numero 89, che si ritrova solo nella end zone portando la propria squadra in vantaggio in doppia cifra. Barlume che diventerà la luce alla fine del tunnel quando Gronkowski colleziona un pesante quanto decisivo pallone che contribuirà ad un ulteriore touchdown firmato Julian Edelman, perenne spina nel fianco per la difesa dei campioni in carica. Poco più di 2 minuti sul cronometro e New England avanti di quattro, palla a Seattle.

RICERCA NEL BLOG

Bensм è anche l'acronimo di greatest of all time. Ossia: il migliore di tutti i tempi. Qualifica sempre discussa per ogni categoria professionale, sport in testa. Ma ora prepotentemente attribuita, nel football americano, a Tom Brady, fresco della sesta vittoria su nove Eccellente Bowl disputati. Immagini che hanno appassionato i neofiti e chi segue il football solo quando si gioca la finale delle finali e dunque non sanno che il dibattito sul goat della Nfl infuria ormai da anni, da quando Tom ha superato il suo idolo da bambino, Joe Montana per numero di anelli ora 6 contro 4.

2 commenti

Quindi quali sono alcuni errori che le persone commettono, sia nell'investire che nel processo decisionale aziendale, che in alcuni modo si riferiscono ad alcune delle cose che ti interessano? Io credenza che ce ne sono due generalmente da evitare. Il primo di cui possiamo parlare si chiama risultante. E questo è in realtà un dilemma davvero enorme che le persone dovrebbero riconoscere abbastanza rapidamente. Fondamentalmente si riferisce al fatto che stai solo guardando il risultato di qualcosa - diciamo, uno scambio - vuoi vedere se ha vinto o perso, e appresso usarlo per determinare se lo avvicendamento era effettivamente buono o cattivo. Quindi, nel senso più semplice, ovviamente, se hai vinto o perso in un'iterazione, se ci pensi, in realtà non ti dice molto sulla qualità della decisione. Perché non appena introduci la fortuna in un sistema, e addirittura, come, informazioni che potrebbero non individuo disponibili per te che potrebbero individuo state importanti per te, possiamo ottenerle: essenzialmente discorreliamo la qualità della determinazione dalla qualità del risultato a effimero termine, qualcosa che non accade negli scacchi. Negli scacchi, perché non hai quell'elemento di fortuna, se perdi, è perché hai fatto delle mosse sbagliate rispetto a me. Ma questo non è necessariamente vero nel poker.